Discussione: SERIE A 2017-18
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 06/12/2017, 23:39   #343 (permalink)
Ale9357
u figghiu i Rosario
 
L'avatar di Ale9357
 
Data registrazione: Oct 2012
Località: Lamezia Terme (CZ)
Età: 24
Messaggi: 7,221
Ale9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond repute
Ale9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond reputeAle9357 has a reputation beyond repute
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Giovy_1006 Visualizza messaggio
[...]
Statisticamente l'anno scorso si sono segnati più gol in Serie A che in Premier League.
Sta statistica l'ho letta pure io. Molti ne sono priati io però ricordo quando proprio il fatto che in A si segnava di meno era per molti il segno intangibile della superiorità della A rispetto al resto dei campionati. Era più difficile segnare.

In parte è vero: La A non è mai stata un campionato spettacolare dal punto di vista del gioco e dei gol segnati o meno. Non a caso siam noti al Mondo come catenacciari ultradifensivisti e ultratattici. Ciò che veramente rendeva unica e superiore la Serie A era la sua elevata qualità tecnica e sopratutto tattica. Ecco perchè per molti allenatori e calciatori anche solo arrivare in A era il coronamento di una carriera. Affermarsi poi in maniera stabile voleva dire entrare in maniera indelebile nella storia del gioco. La storia è piena di calciatori fenomeni altrove e brocchi in Italia,per esempio.

Non è mai stato un campionato "televisivo" ma era pieno di campioni e con squadre competitive nel Mondo,ecco perchè attirava.

E' un'involuzione palese,basta guardarsi le partite alla domenica e confrontarle con quelle di qualche anno fa. Non è solo un fatto di cambiamento/evoluzione del gioco,non è un fatto di paragoni con altri campionati,è proprio la qualità in sè ad essere molto più bassa sia a livello tattico sia a livello qualitativo (le cose in un certo senso sono collegate...) a questo si aggiunge il deprimente scenario di contorno,il fatto che non siamo credibili in competizioni Internazionali da anni salvo sporadiche fiammate della Nazionale e di certi club (eccetto la Juve,l'unica con annate Europee decenti e una gestione da top club Europeo,non a caso vince da 6-7 anni ininterrotti,roba quasi inaudita per le A visto che sti precedenti di dominio incontrastato s'incontrano solo nei campionati tra le 2 guerre...) e la frittata è fatta.

Quest'anno pare un pochino meglio su quest'aspetto. Lazio e Atalanta per ora bene in EL,la Juve è passata,la Roma ha vinto il suo girone contro ogni pronostico. Il Napoli ha fallito in un girone che poteva tranquillamente passare. Quella Partenopea è una gran bella squadra ma pecca di fisicità (importante in Europa),lunghezza della panchina e mentalità: i grandi appuntamenti la squadra di Sarri li sgarra quasi sempre. Comunque gli resta l'Europa League e penso andranno avanti.

Staremo a vedere
__________________
Datemi qualsiasi cosa a motore e io ve la porterò al limite
Gilles Villeneuve
Ale9357 non è connesso   Rispondi citando